Umberto Chiodi

#0276

Umberto Chiodi
Cibati di baci
#0276
Image courtesy of the artist
© Umberto Chiodi
Umberto Chiodi (Bentivoglio, Bologna, 198). Alcune mostre personali sono state presentate dalla storica galleria Studio d’arte Cannaviello (Milano), dalla Galleria Michael Schultz, (Berlino), dalla National Gallery of Fine Arts di Sophia. Ha partecipato a mostre collettive in Italia e all’estero, presso Palazzo Reale a Milano, Museo d’arte contemporanea di Lissone (MB), Museo d’arte contemporanea della Repubblica di San Marino, State Institute of culture di Sofia, Esentai Gallery di Almaty, Aeroplastic Contemporary di Bruxelles. E’ stato finalista al Premio Cairo nel 2011, (Museo della Permanente – Milano), fra i vincitori al Premio Michetti nel 2012. Il suo lavoro è presente nei libri “Arte del Terzo Millennio” di Fulvio Chimento, (Mimesis Edizioni, 2014), “Investire nell’arte” di Claudio Borghi, (Sperling e Kupfer, 2013), nell’Archivio Civico di Milano con il progetto “Atrii”, in cataloghi e riviste di settore. Le sue opere si trovano in collezioni private e pubbliche in Italia e all’estero: Collezione Bertolini, Museo del ‘900 (Milano), Mart (Rovereto), Museo Michetti (Francavilla al Mare – CH), JP Morgan Chase Art Collection (New York). E’ docente di Arti Visive e Fenomenologia del corpo alla Libera Accademia di Belle Arti (LABA) di Brescia. Collabora come illustratore per diversi brand di moda. Con la designer israeliana Daizy Shely ha realizzato le stampe dei tessuti per le collezioni P/E 2018, A/I 2018, P/E 2019. Vive e lavora a Milano dal 2007.